Ricerche


“Martiri di carta. I giornalisti caduti nella Prima Guerra Mondiale. Percorsi biografici fra vittimizzazione ed eroicizzazione”.

La prima attività di studio della Fondazione, ancora in corso, riguarda la ricerca sui giornalisti italiani caduti nella Prima Guerra Mondiale. La ricerca dal titolo “Martiri di carta. I giornalisti caduti nella Prima Guerra Mondiale. Percorsi biografici fra vittimizzazione ed eroicizzazione” si colloca nell’ambito delle iniziative nazionali per la celebrazione del centenario della partecipazione dell’Italia alla Grande Guerra. La ricerca dovrebbe concludersi entro l’anno con la pubblicazione di un volume.

“Il giornalismo italiano dalla caduta del fascismo alla Costituente (1943-1947)”

Un secondo lavoro di ricerca è dedicato all’analisi del giornalismo italiano e delle sue strutture organizzative dalla caduta del fascismo alla Costituente (1943-1947), gli anni in cui si ricostituisce già dal 26 luglio 1943, la Federazione Nazionale della Stampa Italiana, rinasce l’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti, che sarà intitolato a Giovanni Amendola, è istituita la commissione unica per la tenuta dell’albo e si avvia e si conclude il processo di epurazione della categoria. Questa ricerca si colloca come seconda parte di un più ampio lavoro di approfondimento sul giornalismo e le organizzazione giornalistiche italiane. La prima parte della ricerca, inerente il periodo 1877-1943, è stata pubblica per Mondadori Università nel 2008.