Giornata bergaminiana


Un’intera giornata di approfondimento dedicata a Alberto Bergamini si è svolta a San Giovanni in Persiceto, città natale del fondatore de Il Giornale d’Italia. Nella mattinata di venerdì 15, nella sede del Consiglio Comunale, si è tenuto un seminario sul tema “Dalla Terza Pagina al giornalista Robot: come conservare il principio di cultura ed etica nel fare un giornale alla luce delle trasformazioni in atto”.

Ai lavori, aperti dal Sindaco della città emiliana, Lorenzo Pellegatti, sono intervenuti Fulvia Sisti, Presidente dell’Associazione Olindo Malagodi, Giancarlo Tartaglia con una relazione sul tema “Quando e come nasce la terza pagina. La lezione di Alberto Bergamini è ancora attuale?”, Silvestro Ramunno componente del Consiglio Direttivo dell’Ordine dei giornalisti di Bologna con una relazione sul tema “L’etica in redazione: un valore senza tempo”, Fulvio Cammarano con una relazione sul tema “Un robot in redazione può sostituire il lavoro di un giornalista? Limiti e prospettive”. Nel primo pomeriggio i partecipanti al seminario hanno visitato la biblioteca comunale Giulio Cesare Croce, dove è depositato l’intero archivio personale e la biblioteca di Alberto Bergamini, nonché l’intero archivio de Il Giornale d’Italia.

In serata c’è stata la presentazione del libro di Giancarlo Tartaglia “Il giornale è il mio amore. Alberto Bergamini inventore del giornalismo moderno” con la partecipazione dell’autore, della dottoressa Fulvia Sisti, del dott. Paolo Maria Amadasi, del Prof. Fulvio Cammarano, dell’Assessore alla cultura del comune, dottoressa Maura Pagnoni e del Sindaco del Comune.
Tra la Fondazione Murialdi e la biblioteca Giulio Cesare Croce sarà sottoscritto un accordo di collaborazione.